Curiosità del mare: dove si lavorava “la seta del mare”

I nostri mari un tempo, non molto lontano, erano pulitissimi, cristallini, abbondanti di pesci e di straordinari molluschi. Tra questi spiccava la Pinna nobilis, o nacchera, da cui si traeva un filamento sericeo, il bisso, conosciuto da tempi antichissimi con cui si tessevano pregiatissime vesti e manti regali.
Gli industriosi Cretesi, i Fenici, provetti commercianti, i più lontani ma raffinatissimi tessitori e tintori Caldei, e gli Egizi furono i maggiori protagonisti della millenaria storia del bisso. Fino all’Ottocento si lavorava ad Augusta, come testimonia per l’ottocento una memoria dello storico Sebastiano Blasco.
Oggi si lavora solo in Sardegna, da una sola persona che lo sa tessere per ricavare preziose stoffe: la signora Chiara Vigo.

Leggi anche

Bottarga o uova di tonnessa salate

Dalla tonnessa (la femmina del tonno) si estrae la sacca ovifera, che si sala con sale grosso e si lascia asciugare al...



Lattume di tonno

Si spella la sacca dal lattume (sacca spermatica del tonno), si taglia a fette non troppo sottili, e si dà una...



Tonnina a gghiotta di Pachino

A partire dal mese di Agosto si prepara la particolarissima ghiotta di Pachino, perché si dispone di tutte le verdure...



Tonnina a matalotta

Si preparano delle fette di tonnina fresca che si friggono appena. Si soffrigge un preparato di base di aglio cipolla e...



Ricette a base di tonno: Tonnina ca sbobba siracusana

La “carne” del tonno è chiamata genericamente tunnina, che si riferisce a quella della tonnessa, più saporita e...



I sapori del mare : il tonno

Questo pesce, chiamato dai pescatori il bue del mare, percorre il Mediterraneo in un viaggio di andata e ritorno, al...



Il corallo

La pesca del corallo a Siracusa è un argomento scarsamente trattato dagli storici.  Che si sia praticato fin...